martedì 17 agosto 2010

Timballini di melanzana e orzotto*

Eccomi di nuovo qua...ehm ehm...ci sono sempre! Mi sto dando da fare negli ultimi momenti liberi poi i miei post, per forza di cose, dovranno diradarsi! Ho pensato a una ricetta con le melanzane per partecipare al contest di Olio e Aceto, spero non l'abbia fatta nessuno: ho provato a controllare, ma erano già tantissime!




Ingredienti (6 Pirottini):
90 g di orzo perlato
2 melanzane abbastanza grandi
10 pomodorini ciliegia
5 pomodori perini
aglio
basilico
grana grattugiato
sale
cacioricotta
brodo granulare
pan grattato


*Si può ottenere una versione gluten free utilizzando il riso al posto dell'orzo ed eliminando il pan grattato


Procedimento:
lavate e tagliate a fette 1 melanzana e mezza, la parte rimanente tagliatela a dadini, mettete le melanzane cosparse di sale a perdere l'acqua. Quando hanno perso l'acqua, grigliate quelle a fette e scottate le altre. Mettete un po' d'acqua sul fuoco, quando bolle aggiungete del brodo granulare vegetale, dopo versatevi l'orzo e i dadini di melanzana scottati, conservatene solo una dozzina da parte, dopo poco unite anche i pomodorini ciliegia tagliati a pezzetti e qualche foglia di basilico. Portate a cottura l'orzotto, aggiungendo brodo o acqua bollenti. Intanto ungete i pirottini e foderateli con le fette di melanzane grigliate. Quando l'orzotto è cotto, mantecatelo col grana, indi disponetelo nei pirottini pressando bene, chiudete con una fetta di melanzana e cospargete di pan grattato. Infornate a 200° per 10-15 minuti.
In una padella preparate un fondo di olio e aglio, quando poi è caldo buttate dentro i dadini di melanzana, quando sono dorati aggiungete i pomodori perini a pezzetti, fate cuocere per 10  minuti, regolate di sale, dopo passate la salsa formatasi con il minipimer. Sformate i timballini tiepidi su un fondo fatto con 3/4 della salsa, su ogni timballino ponete un cucchiaino di salsa e una presa di cacioricotta grattugiato. La spiegazione è lunga, ma son molto facili e pratici, si possono preparare il giorno prima e gustarli freddi o leggermente passati in forno.



7 commenti:

Debora ha detto...

wow che meraviglia!!! dev'essere anche buono!!

ma cos'è la cacioricotta???? la ricotta salata??? dalla foto mi sembra proprio lei!

Fabiola ha detto...

Ciao piacere di conoscerti e grazie per la ricetta.

Ka' ha detto...

Debora, sai ho provato a documentarmi per darti una risposta, ma con scarsi risultati,perchè il cacioricotta non fa parte della mia tradizione culinaria; da quanto ho capito sono due cose un pochino diverse, la ricotta salata è detta anche ricotta secca ed è solo ricotta, mentre il cacio ricotta è a metà tra il cacio e la ricotta appunto. Cmq hai ragione a vedersi gratuggiati sono uguali!

Ka' ha detto...

@Fabiola, ciao! Grazie a te per esserti aggiunta tra i miei follower! Un abbraccio

arabafelice ha detto...

Innanzitutto questa ricetta è veramente carina, e segno le melanzane in lista della spesa per copiartela, è pure abbastanza leggera!
Poi mi piace troppo il nome del blog, vedendo anche da che città scrivi....ah, ho un marito livornese, come la mettiamo? :-))))

A presto e grazie di essere passata da me!

Ka' ha detto...

@Ciao Stefania!Son contenta piaccia anche a te il nome, ho pensato e ripensato e poi m'è venuto in mente questo, che m'ha subito gasato! Eh il marito livornese...non è un problema: poiché sono pisana d'adozione e in quanto tale non mi sento coinvolta nella storica rivalità tra Pisa e Livorno!A Pisa trascorro quasi tutto l'anno e trovandomi molto bene, ho deciso di ispirarmi a questa città per il nome del mio blogghino!
Grazie di essere la mia sesta follower! Baciii

Angelica M ha detto...

bellissima questa ricetta!! complimenti! un saluto da angelica -cucina russa

Potrebbe interessarti anche:

Related Posts with Thumbnails